Get Adobe Flash player

                                                                       

 Apri Facebook Anaao Apri Facebook Anaao Giovani Apri Twitter Anaao   Apri Youtube Anaao   Apri Flickr Anaao Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Chi siamo

L'ANAAO Assomed è un grande sindacato nazionale, ma ogni realtà regionale ha una sua forte personalità, specialmente dopo l'entrata in vigore della legge 833 del 1978.

È probabile che questa diversa la personalità derivi dall'adattamento alla realtà politica con cui in questi decenni le segreterie regionali si sono confrontate, ma vi è, a mio parere, una recipocità: la personalità delle ANAAO regionali ha influito a sua volta sulla realtà regionale. Questo è sicuramente vero per l'ANAAO della Toscana.

Nei primi anni di esistenza dell'ANAAO, ai tempi in cui Pietro Paci era Segretario Nazionale la sede di Firenze ha ospitato l'attività della Segreteria Nazionale ed Organizzativa e a Firenze si svolgevano numerosi eventi, oltre al Congresso Nazionale del......

La Segreteria Nazionale e il Consiglio Nazionale avevano al loro interno rappresentanti che sono rimasti nella storia dell'ANAAO: oltre a Pietro Paci ricordiamo i toscani Giancarlo Mainardi e Lamberto Boffi e l'indimenticabile Paolo Cirino Pomicino, Enrico Bollero, a lungo Segretario Nazionale Amministrativo prima di diventare Segretario Nazionale.

Il segretario Regionale Toscano era stato, in quegli anni, Fulvio Gridelli, in un periodo in cui le politiche sindacali avevano essenzialmente un carattere nazionale; il ruolo delle segreterie regionali era, generalmente, più sfumato, con compiti di coordinamento della segreterie provinciali, le quali avevano invece un compito importante perche' era in quelle sedi, con gli ospedali ancora autonomi e dipendenti da consigli di amministrazione cittadini, che si decidevano i rapporti lavorativi e l'applicazione contrattuale.

L'entrata in vigore della Legge 833 del 1978, che istituiva il Servizio Sanitario Nazionale, spostava il peso politico sulle Regioni, per cui il ruolo della Segreteria Regionale diventava molto più attivo. Di conseguenza anche lo Statuto Nazionale ANAAO e, a cascata, i Regolamenti Regionali, cambiavano, come cambiava il ruolo delle Segreterie Regionali.

Il primo protagonista di questo nuovo assetto, in Toscana, fu Giancarlo Calamai. Suoi successori sono Giuseppe Assenza, Giorgio Di Lupo, Vittorio Fossombroni, Enrico Reginato e, attualmente Carlo Palermo.

Per un periodo piuttosto lungo non ci furono rappresentanti toscani con cariche importanti nelle Segreterie Nazionali, se si eccettuano due vicesegretari (lo statuto dell'epoca li prevedeva) Gioacchino Cancemi, ed Ezio Szorenyi; era segno, forse, delle posizioni poco ortodosse che l'ANAAO Toscana aveva rispetto agli orientamenti nazionali, che assumevano, talvolta, comportamenti mutuati da partiti politici.

Fu il periodo in cui ci fu da gestire, a livello regionale, lo sviluppo delle strutture ospedaliere, delle piante organiche dei medici, dello stato giuridico, con la conversione di una serie di posti di Assistente in posti di Aiuto (articolo 17 - ultimo comma - del D.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761). Fu una battaglia vinta dall'ANAAO la trasformazione dei posti da assistente ad aiuto anche per le piante organiche sovrannumerarie, laddove la Regione voleva trasformare in posti d'aiuto solo quelli derivanti dall'applicazione delle piante organiche a regime.

La creazione dei Moduli professionali (D.P.R.n. 384/1990 art. 116 ) fu posposta di alcuni anni alla equiparazione delle indennità di Assistente con 5 anni di anzianità a quella di Aiuto (art. 117), ma l'ANAAO Toscana ottenne che, comunque, la vigenza della nomina a titolare di modulo, e relativa retribuzione, partisse dalla data di entrata in vigore della Legge. Il concetto è stato confermato dal Consiglio di Stato con la sentenza n. 403 del 20.01.2011.

Venne poi il momento del riordino del Servizio Sanitario Nazionale, con i Decreti Legislativi 502/92 e 517/93, che istituivano l'aziendalizzazione della Sanità, con la scomparsa dei Consigli di Amministrazione e l'introduzione del Direttore Generale e , fatto per i medici molto importante, la Legge 29/93, che istituiva il ruolo di dirigente, dapprima articolato in due livelli, con il primo livello che comprendeva gli assistenti e gli aiuti, ed il secondo livello che identificava i primari. La scomparsa della figura degli assistenti, che non corrispondeva, tuttavia, a livello contrattuale nazionale, ad uno stesso trattamento stipendiale, creò, al momento della sua introduzione, non pochi problemi di gestione sindacale.

Furono periodi di intenso lavoro per che si era assunto l'onere di rappresentanza.

Rivendico all'ANAAO Toscana la battaglia sindacale per ottenere la dirigenza unica dei medici ospedalieri, laddove il ruolo di Primario non rappresentava più una "posizione" bensì una "funzione" soggetta a verifica e a rinnovo.

A seguito dell'aziendalizzazione venne la Riforma del Sistema Sanitario Regionale, al quale l'ANAAO regionale partecipò attivamente come componente di un gruppo di lavoro, coordinato dall'Ordine dei Medici, e costituito dai principali Sindacati medici regionali (ANAAO, CIMO, CGIL-medici, FIMMG, FIMP e SUMAI) che si confrontava costantemente con l'Assessorato alla Salute, all'epoca diretto da Claudio Martini. Arrivati al termine del lavoro, una serie di articoli furono stralciati, su richiesta del Ministero della Sanità, Ministro Rosy Bindi, dato che era in corso una riforma sanitaria di livello nazionale, che era sovraordinata a quelle regionali. Uscì infine il Decreto legge 229/99, che utilizzò ampiamente il modello elaborato in Toscana e gli articoli stralciati furono quindi reimmessi, immutati, nella Legge toscana.

Siamo arrivati quasi ai giorni nostri e L'ANAAO toscana continua ad essere una realtà trainante dell'ANAAO nazionale, in argomenti come la formazione post-laurea ed il turnover dei medici e, sul piano operativo, con il coordinamento dei Segretari Regionali.

Con un aspetto di cui l'ANAAO toscana deve andare orgogliosa: la coerenza e la continuità dei propri principi.

IL CONSIGLIO REGIONALE TOSCANO 2014-2018 - SEGRETERIA REGIONALE

SEGRETERIA ANAAO ASSOMED TOSCANA

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli Privacy Policy.

Accetto i cookie per questo sito