I conti della Sanità chiudono in ROSSO per 170 milioni!

0
88
malasanità sanità toscana
malasanità sanità toscana

Non si può spalmare orizzontalmente il disavanzo sui servizi assistenziali essenziali per acuti bloccando il turnover a prescindere dalla sede, dal tipo di attività e dal bacino di utenza. Serve una programmazione chiara che abbia il coraggio di individuare i servizi di cui si può fare a meno per non correre il rischio di tagliare a casaccio. Il vero problema non è l’aumento dell’Irpef ma il costo in termini di salute a carico dei cittadini. O si razionalizza e si smette di rincorrere tutti i campanili o ci si rassegna ad una sanità di serie B.