mercoledì, Maggio 22, 2024
spot_img
Homepillole di genereBidirezionalità della cura: curare - curarsi

Bidirezionalità della cura: curare – curarsi

Il rapporto sulla condizione economica e lavorativa delle donne in Toscana del 2021 diffuso dalla Regione Toscana è dedicato al tema generale della cura.

Anche perché, come emerge nel documento, nella nostra società, chi presta cure e assistenza, sia in ambito privato che professionale, è stato ed è prevalentemente di sesso femminile. Si pensi infatti che nelle attività sociosanitarie la componente femminile pesa quasi quattro volte quella maschile. Le proporzioni relative dell’Ospedale pediatrico Meyer non risultano distanti da questi dati; è presente infatti anche nel nostro Ospedale una netta maggioranza di donne nell’area delle professioni sanitarie.

Come Servizio di ascolto psicologico dell’Ospedale rivolto ai dipendenti, ci troviamo a confrontarci con il tema della cura, nel suo senso più ampio, e con la sua dimensione circolare. La cura come obiettivo in ambito professionale, la cura rispetto alla vita privata che coinvolge sì, ovviamente la gestione famigliare, ma anche la cura di se stessi (benessere fisico e psicologico); infine la cura erogata dal Servizio di ascolto stesso.

Il Servizio di Ascolto Psicologico della nostra azienda, di cui è responsabile la Dott.ssa Giulia Bazzani e cui attualmente sono dedicate due collaboratrici psicologhe, rappresenta anch’esso una forza al femminile, avente come mission “l’aver cura di chi cura!” e la facilitazione dell’integrazione e sinergia tra funzioni aziendali. All’interno di queste attività e percorsi di supporto emergono sicuramente spaccati di vita importanti in cui si evince come non sempre sia facile conciliare la vita privata con il lavoro in ambito sanitario. Non solo per un discorso di impegno orario e/o lavoro su turni, ma per la componente emotiva che lavorare in sanità e ancor più con piccoli pazienti implica. Durante i colloqui e l’ascolto emergono storie che mettono in luce le straordinarie capacità di resilienza e adattamento delle donne: la tenacia e la forza con cui si dedicano al proprio lavoro, unite ad una gentilezza e sensibilità verso il “prendersi cura”, di sé, degli altri e dei pazienti: madri indipendentemente e oltre i vincoli biologici.

A cura di:

Dr.ssa Giulia Bazzani Resp. Salute organizzativa e formazione del personale AOU Meyer

Dr.ssa Giuseppina D’Agostino, Dr.ssa Giulia Ricci – Servizio di Ascolto Psicologico Meyer

ARTICOLI SIMILI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img
spot_img

TAGS